INTP è l’acronimo che descrive una delle 16 personalità umane, secondo il metodo Myers&Briggs, e sono di solito persone molto fiere della loro inventiva, della loro creatività unica e della loro intelligenza a cui piace cercare le discrepanze e le contraddizioni nelle frasi pronunciate da chi li circonda: il che, a volte, li rende poco simpatici agli occhi degli altri.

Cosa vuol dire esattamente essere un INTP?

I = introversione
Significa che la persona ricava la sua energia dall’avere a che fare con idee, ricordi, pensieri e reazioni che sono nella sua testa, nel suo mondo interiore. Su questo aspetto mi sono dilungata molto in un post nel quale ho cercato di spiegare cos’è un’introversa.  Qui mi limito a ripetere e ribadire tre concetti fondamentali:

  • essere introversi è semplicemente una caratteristica, una propensione, un tratto, come avere i capelli biondi o gli occhi scuri, non c’è niente di sbagliato, niente che non va (questo lo dico soprattutto agli introversi!); semplicemente viviamo in un mondo orientato all’estroversione, nella scuola, nel mondo del lavoro, nelle relazioni; e questo rende difficile a noi introversi trovare il nostro spazio;
  • è assolutamente necessario far pace con la propria introversione, riconoscerla, accettarla, scoprirla e studiarla, e trarne il massimo vantaggio possibile; negarla è controproducente e alla lunga pericoloso (per la propria sanità mentale e per quella di coloro che ci stanno vicino). E’ vero: si possono tingere i capelli, ma poi il colore naturale torna sempre fuori
  • allo stesso modo e conseguentemente, scimmiottare gli estroversi perché ci sembrano avere più successo in tutti i campi è inutile e improduttivo: loro sono bravi a fare alcune cose, noi a farne altre. Loro hanno la loro modalità di agire, che va bene per loro; noi abbiamo la nostra – che funziona altrettanto bene – se solo riusciamo a riconoscerla, portarla alla luce e  mostrarla agli altri (tutte cose non facilissime, lo ammetto)

N= Intuizione: la seconda lettera dell’acronimo indica il modo in cui la persona raccoglie le informazioni che vengono dal mondo esterno: gli INTP lo fanno attraverso l’intuizione, che secondo Wikipedia, “indica quel tipo di conoscenza immediata che non si avvale del ragionamento o della conoscenza sensibile (= quella che si apprende con i cinque sensi). Rappresenta una forma di sapere non spiegabile a parole, che si rivela per lampi improvvisi, sulla cui origine i pareri sono discordi”.

T (Thinking) = Ragionamento, modo di pensare
Quando prende una decisione, il tipo introverso INTP cerca di trovare il principio base da applicare indipendentemente dalla specifica situazione, analizza pro e contro, è logico e razionale nel prendere le decisioni; non si lascia influenzare dai suoi desideri personali o da quelli degli altri, né tantomeno dalle emozioni.

P (Perceiving) = Percezione, riguarda come viene affrontata la vita: in modo aperto, flessibile, e poco strutturato (come invece avviene per i tipi J). I tipi di personalità con questa caratteristica vedono la ‘struttura’ come qualcosa di limitante, e preferiscono invece tenere aperte tutte le opzioni in modo da poter gestire al meglio i diversi problemi che la vita gli pone. Si sentono più in controllo della situazione se tengono aperte le varie opportunità e facendo scelte solo quando è necessario.

Che tipo di introverso sei? Sei davvero introverso? Fai il test per scoprirlo!

Non sei sicuro del tuo tipo di personalità, o non ti sei mai interessato al tema? Sei curioso di scoprirlo? Conoscere un po’ più nel dettaglio il proprio tipo di personalità può essere molto utile, nella vita  e nel lavoro, per fare le scelte giuste.
Ci sono moltissimi siti online che propongono test, ma quelli che io preferisco sono quelli che trovi su personalityhacker.com (tutto in inglese), o quello di 16personalities.com, in cui il test e la prima pagina del risultato sono in italiano (ma il resto in inglese).

Altre cose importanti da sapere sugli INTP

I tipi INTP sono degli innovatori, e sono spesso affascinati dall’analisi logica, dai sistemi. Sono molto interessati alla teoria e ricercano di continuo la legge universale che sta dietro ciò che vedono. Sono molto interessati a capire la complessità della vita.

Sono spesso persone che (sembrano) distaccate, immersi come sono nelle loro analisi al punto da sembrare ignari di ciò che succede attorno a loro. Trascorrono la maggior parte del loro tempo concentrati su se stessi, ad esplorare concetti, a fare connessioni e a cercare significati. La vita per loro è una ricerca continua dentro i misteri dell’universo.

Si ritrovano spesso a pensare che tutti gli altri siano stupidi: è il pensiero per loro più seducente, ma se si fanno tentare da una simile visione, è chiaro che si crea un ancora maggiore distanza tra loro e il resto del mondo. Quello che invece è utile per loro fare è imparare le arti della persuasione e entrare a far parte di quel mondo: chissà mai che possano fare interessanti scoperte!

******************************

Se sei interessato a introversi e introversione, iscriviti alla mia niuzletter degli introversi! In regalo per te un ebook!
Puoi iscriverti qui, compilando questo form: