banner-01
Ikigai, flusso, creatività_foto k-oberhauser

Come scrivere un cv accattivante

Newsletter Lavoro 15 febbraio 2019, n. 4

Ci sono un sacco di persone che mi chiedono una mano per il curriculum, a volte perché non sanno proprio da che parte partire, a volte perché non hanno voglia di mettersi lì a scriverlo, ma la maggior parte delle volte perché sentono di aver bisogno di un occhio esperto e oggettivo che guardi a ciò che (loro) sono dal punto di vista professionale... in modo professionale.

Così in questo periodo sto leggendo e sistemando e limando un sacco di cv, e le cose che più spesso mi trovo a sistemare sono le seguenti:

La foto

Viviamo nel mondo dei social e della sovraesposizione, fotografiamo la qualunque e vogliamo vedere le foto di chiunque, ma poi ci dimentichiamo di metterla nel curriculum... perché mai pensiamo che chi ci seleziona non vorrebbe vederci in faccia? Di cosa abbiamo paura? E' meglio che veda la foto sul nostro curriculum o quelle che pubblichiamo sui social, mentre mangiamo, viaggiamo, camminiamo, insomma viviamo? (va benissimo che vedano anche queste eh? però se ci presentiamo con un cv, facciamolo al meglio!)
Quindi: mettete nel curriculum la vostra foto, la vostra faccia: basta un formato foto-tessera, ben fatta, dove vi si possa vedere bene in faccia e in cui risultiate professionali. Professionali non vuol dire tristi, o grigi; vuol dire solo: non in costume da bagno o con gli occhiali da sole.

La presentazione

Non mi stancherò mai di ripetere che il curriculum non è un documento della Pubblica Amministrazione, non deve per forza essere asettico, informale, gelido: è il vostro biglietto da visita, racconta chi siete ma anche COME siete.
Dopo aver messo i vostri (asettici, ma necessari) dati personali, non passate subito all'elenco di tutto ciò che avete fatto, ma fate una breve introduzione di 2/3 paragrafi in cui raccontate chi siete dal punto di vista professionale in questo momento. Cosa vi piace, cosa cercate, cosa desiderate dal lavoro (attuale o futuro).
Fate insomma capire che siete degli esseri umani :)

L'estetica

Ancora nel 2019 mi capita di vedere cv scritti in word, cv in formato Europass (Europass???), cv in bianco e nero: torniamo umani! Se è vero che in alcune situazione (vedi concorsi pubblici) il cv deve essere in un certo formato, nella stragrande maggioranza dei casi ci si candida per un privato, quindi il requisito formale non è necessario. E allora sbizzarritevi! Ci sono diverse piattaforme online, io uso Canva.com, che fanno un lavoro di grafica di base, e hanno un sacco di template gratuiti che potete utilizzare per fare un curriculum esteticamente bello, non 'grigio', ma al contempo professionale. E in pdf.
Senza scordare che se lavoriamo in un campo dove la creatività è importante, presentarsi con un word non è esattamente un bel biglietto da visita, no? Possiamo un po' sbizzarirci con qualche colore o banda laterale, o in cima, o con altre cose che io personalmente non so - non è il mio mestiere! Ovviamente sempre senza esagerare.

L'ordine delle informazioni

Vi sembrerà buffo, ma a volte mi capita di leggere cv di persone di mezza età che mettono per prima cosa la formazione e poi l'esperienza professionale; ora, per quanto a volte negli annunci sia richiesta la laurea, e quindi certamente va indicata nel cv, direi che il primo posto sia eccessivo: non vi siete laureati ieri, oramai anzi è passato un po' di tempo e la vostra laurea è stata in un certo senso 'superata' dalla vostra esperienza - e si spera anche da qualche formazione professionale successiva, quindi non mettetela per prima!
Partite sempre dalla più recente esperienza professionale e andate a ritroso.
Per la formazione, limitatevi a Università frequentata, corso di laurea e voto; difficilmente a qualcuno interesserà il titolo della vostra tesi, e comunque se proprio potrete parlarne durante il colloquio.

La lunghezza

Cercate di non essere prolissi, perché gioca a vostro svantaggio vista la quantità di cv che ricevono giornalmente i selezionatori: massimo due pagine, in cui ci deve stare tutto. Se avete un cv pi lungo, cercate di eliminare un po' di superfluo - qua e là ci sarà senz'altro - e/o giocate con la grafica (una banda laterale in cui mettere i dati personali, per dire, fa risparmiare alcune righe), ma ricordate che nell'era dell'immagine, l'immagine conta, assieme a ciò che raccontate nelle prime righe - ossia la presentazione di cui sopra.

Buon lavoro!


***********************************************

Febbraio

Da questo mese ho un nuovo 'ufficio': a Milano, da La Zona Nota, in zona MM De Angeli: sono lì il martedì dalle 10 alle 14.
E' un posto molto bello e anche molto comodo da raggiungere con i mezzi, quindi se vogliamo vederci, magari perché senti di aver bisogno di una mano per li tuo curriculum, possiamo farlo (anche) lì.
Scrivimi a info@laviniabasso.it se vuoi fissare un incontro conoscitivo, è sempre gratuito!

***********************************************

Sta per arrivare il mio primo eBook, Strategie per un nuovo lavoro.
Partendo dalle mail che ti arrivano quando ti iscrivi a questa newsletter ho creato un ebook che dovrebbe essere pronto entro la fine di febbraio.
E' un pdf pieno di esercizi per capire dove vuoi andare e come.
Per gli iscritti alla newsletter ho deciso di fare un offerta speciale, a breve tutte le informazioni dettagliate!


A presto!
Lavinia

Chi sono

Sono una Job coach e una Life coach: il mio lavoro è aiutare le persone a essere soddisfatte e felici di quello che fanno e di quello che sono, aiutandole a trovare una nuova strada, sul lavoro e nella vita. Perché la strada giusta c’è, per ognuno di noi.
A volte però abbiamo bisogno di qualcuno accanto che faccia il tifo per noi, ci aiuti nella ricerca, ci dica come fare per trovarla: quella sono io.
Sono sorridente, di poche parole ma sono molto brava ad ascoltare perché sono un’introversa.
facebook pinterest

Se ricevi questa newsletter è perché ti sei iscritt* volontariamente sul mio sito. Se cambi idea ti puoi cancellare dalle mie liste senza remore.