Il cv è il tuo biglietto da visita se vuoi cercare un nuovo lavoro, o un lavoro, non importa che tipo di lavoro cerchi, in quale settore e con quale forma contrattuale, un cv è sempre necessario. Anche se sei un libero professionista? Secondo me sì, quantomeno per conoscere molto bene e avere ben presente quello che fai e hai fatto, e saperlo raccontare bene a chi hai di fronte e che vuoi ‘conquistare’ come cliente.

Il curriculum, insomma, è uno strumento, ma è anche il prodotto finale di un percorso di consapevolezza (OMG! ma no, niente di grave o di impossibile!), ossia di una riflessione molto approfondita che deve avere per oggetto chi siamo da un punto di vista professionale, chi siamo (anche) da un punto di vista personale, quali sono le esperienze che ci hanno portato fino dove siamo oggi – e cosa lega le varie esperienze, magari apparentemente scollegate tra loro – e cosa abbiamo studiato e su cosa ci siamo impegnati nel corso degli anni.

Cosa c’è dentro un buon cv

Insomma: il curriculum non è un insieme di dati asettici, un elenco puntato infinito e senza alcun tipo di gerarchia – ci saranno informazioni più importanti di altre, esperienze più importanti di altre, no? Allora bisogna che me lo fai capire, anche visivamente! Aiutami a comprendere, anzi rendimi facile comprendere, altrimenti prendo il tuo cv e lo butto in un nanosecondo nel cestino (virtuale o reale). E tu ti sei giocato (male) un’altra occasione.
Siamo il paese della burocrazia e degli azzeccagarbugli, delle clausole contrattuali scritte in carattere 2, dei paroloni incomprensibili e delle parole vuote: è vero. Ma non è una giustificazione! Basta! Non se ne può più di persone che scrivono di se stessi in terza persona, come se parlassero di qualcun’altro. Di paroloni burocratici infilati ogni tre parole perché si pensa di essere più seri, o più convincenti, o più intelligenti, o chissà cos’altro.

Il cv parla di noi, racconta chi siamo e cosa facciamo, che tipo di persona siamo e come lavoriamo, come facciamo le cose che diciamo di saper fare, come possiamo pensare di raccontare tutto questo con distacco, con parole asettiche, in terza persona? Siamo umani, non siamo robot. Ricordiamocelo anche quando scriviamo un cv. Questo significa usare lo stesso linguaggio che usiamo normalmente, magari un po’ più raffinato e un po’ più ricercato, un po’ più professionale insomma, ma non il grigio burocratese che impera nella pubblica amministrazione… per il semplice motivo che non siamo una PA!

La forma è (anche) sostanza

E poi il formato, la forma, la grafica: ancora troppa gente pensa che grigio e triste è meglio. Che il formato europeo è meglio. Che bisogna soffocare dietro una copertina anonima tutta la nostra personalità, la nostra creatività, il nostro stile. Perché mai? Perché nella società contemporanea così votata al visivo e all’apparenza (anche troppo – ma questo è un altro post) improvvisamente quando si parla di cv ce ne dimentichiamo? Perché un cv non può essere anche bello, piacevole alla vista, gradevole da leggere, con una bella grafica, magari (esageriamo!) con un po’ di colore?

E allora vi svelo una cosa: il formato europeo, salvo che sia espressamente richiesto da chi vi deve selezionare (di solito una pubblica amministrazione), abbandonatelo senza remore. Online ci sono un sacco di modelli e di piattaforme che potete utilizzare anche gratuitamente: fatelo!

Anche il ‘come’ ci presentiamo, ci raccontiamo, oltre al ‘cosa’ raccontiamo, dice inevitabilmente qualcosa di noi: che siamo chiassosi, stravaganti, eccentrici, ricercati, raffinati. Qualsiasi cosa va bene, purché vi rappresenti, purché dica qualcosa di voi. Cosa dice un cv in formato europeo? Che siete tristi e senza fantasia… così, la butto là, è la mia prima impressione.

E allora fate un cv come piace a voi e poi magari ‘smorzatelo’ un po’, se vi sembra un po’ troppo, ma fate in modo che sia davvero una immagine veritiera di chi siete, nella vita e sul lavoro.

Se vuoi una mano per sistemare il tuo cv, puoi dare un’occhiata al mio servizio Un curriculum inconfondibile

Se poi un modello di cv da cui trarre ispirazione, puoi scaricare un esempio di cv qui