Qualche settimana fa ho tenuto delle ore di lezione a una classe di neolaureati su come si costruisce il proprio cv. Tra i tanti argomenti su cui abbiamo ragionato insieme c’è stata anche una parte dedicata alla nostra idea di successo, ossia rispondere alla domanda che cos’è per te il successo?

È una delle (tante) domande che non ci poniamo mai, men che meno quando ci affacciamo al mondo del lavoro freschi di studi: quel che interessa, in quel momento, è trovare un lavoro. Punto.
Però, però… forse non è poi fuori luogo fare una riflessione prima di cominciare, e provare a farsi qualche idea al riguardo.

Come definiresti il successo?

Sai rispondere a questa domanda? La definizione che ne dà la Treccani è: dal latino succedere, avere un buon esito. “Esito favorevole, buona riuscita”. E anche “opera, impresa, attività che ha conseguito risultati particolarmente felici”.

Ma io sto chiedendo la tua definizione di successo: cos’è il successo per te?

Esistono molte definizioni e molte pressioni attorno a questa parola… e anche tanti consigli di carriera (spesso non richiesti) che suonano più o meno così:

  • Se intraprendi una carriera tradizionale, devi arrivare in cima
  • Se sei un forte battitore libero, devi diventare manager
  • Se sei un imprenditore bravo, devi allargare il tuo biz
  • Se fai un sacco di soldi, devi farne sempre di più
  • Se hai un lavoro ben pagato, dovresti esserne grato e non rischiare mettendoti in proprio
  • Se sei una persona normale e hai successo, di sicuro è perché hai avuto degli agganci
  • Se hai figli, dovresti lavorare di meno per stare dietro a loro
  • Se sei una donna o una minoranza e hai successo, è perché hai avuto delle spinte, non perché sei brava o per la qualità del tuo lavoro.

Questi e molti altri sono i pregiudizi e il sentito dire che spesso arriva anche alle nostre orecchie. Cosa ne pensi? Sono veri per te? Sono falsi? Come ti fanno sentire? Personalmente alcune mi danno davvero fastidio!

La verità è che non esiste una definizione univoca universale di successo, o meglio di che cosa sia il successo, perché per ognuno di noi è qualcosa di diverso. Però bisogna pensarci un po’ sopra per non aderire a un’idea di successo che non ci appartiene, nella quale non ci identifichiamo, e per fare scelte consapevoli e adatte a noi. Ancora una volta: ognuno di noi è unico e differente da tutti gli altri.

Scopri la tua idea di successo

La tua idea di successo è il risultato di un mix di di diversi elementi, tra cui i tuoi valori, i tuoi ‘ingredienti’, il modo in cui gestirai gli imprevisti e i fallimenti. E anche di altri elementi, che sono il risultato delle risposte a queste domande:

  • Qual è la modalità di lavoro che desideri? (dipendente? Libero professionista? Freelance? Imprenditore?)
  • Qual è il tipo di vita che vuoi? E quanti soldi ti servono per fare la vita che vorresti? Sei un minimalista o un consumista? O una via di mezzo? Di quanto pensi di avere bisogno?
  • Quanto ci tieni al tuo benessere? Come ti vuoi sentire quando ti svegli alla mattina?
  • Da dove deriva la tua soddisfazione personale?
  • In quali condizioni ti trovi a tuo agio e in quali no?

Ricorda che non c’è una risposta giusta o sbagliata. Ricorda anche che alcune risposte potrebbero essere in conflitto fra loro: per prendere le tue decisioni, allora, di volta in volta dovrai chiederti quale sia la tua priorità in quel momento.
Per orientare al meglio le tue scelte in modo da ottenere il successo che desideri, potresti anche seguire una sorta di check list per decidere se un progetto, un lavoro, un’opportunità di lavoro fa per te, e quindi chiederti:

  • Mi permetterà di fare delle cose che mi danno soddisfazione?
  • Verrò pagato in modo adeguato e tale che possa perseguire i miei desideri?
  • Mi aiuterà a costruire la vita che voglio?
  • Mi aiuterà a lavorare con le persone con cui desidero lavorare?
  • Potrò utilizzare i miei punti di forza  – o dovrò migliorare qualche mio punto debole?

Il mio successo

Anche io mi chiedo cosa sia il successo per me, e non sono certamente né i soldi né la carriera, di questo sono piuttosto certa. Ed è anche vero che è una definizione che è cambiata nel corso degli anni.
Adesso credo che la mia definizione di successo abbia a che fare con le persone con cui lavoro: avere successo significa essere riuscita ad aiutarle ad arrivare dove vogliono arrivare. Riuscire ad accompagnarle nei loro cambiamenti, e sapere che la loro vita ha preso un’altra direzione dopo che abbiamo lavorato insieme.

Poi è successo riuscire a tenere insieme i vari ambiti della mia vita che sono importanti per me, a condizioni sostenibili: la mia famiglia e il mio lavoro. E anche l’impegno su alcuni altri fronti che per me sono importanti (la bicicletta, per dire!).

Insomma, è la mia personalissima versione, quella va bene per me. E la tua?

 

Iscriviti a Il lavoro che fa per te esiste